Unica nel suo genere, Singapore è una città proiettata nel futuro. Ufficialmente conosciuta come Repubblica di Singapore, è sia una città che un paese situato nel Sud Est Asiatico.

Dal suo inizio come villaggio di pescatori, Singapore è ora diventata una moderna città metropolitana ed è una delle destinazioni più visitate di tutta l’Asia. In passato faceva parte della Malesia, ma divenne una nazione sovrana nel 1965 e insieme a Corea del Sud, Taiwan e Hong Kong, Singapore è una delle quattro tigri asiatiche. Questo perché questi quattro paesi sperimentarono una grandissima crescita economica tra gli anni ’60 e gli anni ’90, che portarono Singapore a divenire uno dei più grandi centri finanziari in Asia. Questo spiega perché qui il tenore di vita è molto più alto che nei paesi vicini.

Singapore Gardens by the Bay

Quando andare a Singapore: il periodo migliore

Singapore può essere visitata in qualsiasi momento dell’anno, perché a causa della posizione della città vicina all’Equatore le temperature sono suppergiù costanti tutto l’anno. Questo vuol dire che caldo e umidità vi perseguiteranno in qualsiasi mese deciderete di visitarla.

Un fattore da prendere in considerazione, però, è la pioggia. Vi potrebbe capitare di trovare un bell’acquazzone in qualsiasi periodo dell’anno, con probabilità maggiore nel periodo tra novembre e marzo. I mesi di alta stagione, e quindi con i prezzi più alti, sono da maggio a settembre. Noi siamo stati a fine settembre e il meteo è sempre stato buono.

Documenti necessari per l’ingresso a Singapore e assicurazione medica

Per l’ingresso a Singapore è necessario il passaporto, con almeno sei mesi di validità residua dalla data di ingresso. Non è invece necessario il visto di ingresso per turismo per soggiorni inferiori a 90 giorni.

Sebbene le strutture ospedaliere di Singapore siano di altissimo livello (al pari di quelle occidentali) i costi della sanità sono elevatissimi, è pertanto consigliabile stipulare una buona assicurazione di viaggio che copra sia i problemi legati al COVID che possibili disagi relativi a voli, bagagli e così via. Al momento la migliore assicurazione del mercato è HEYMONDO (pagamenti diretti, prezzi ottimi, assistenza H24 in italiano tramite App) per la quale possiamo offrirvi un 10% di sconto esclusivo!

Il sito di riferimento da poter consultare per info ufficiali e sempre aggiornate è il sito della Farnesina.

Come arrivare a Singapore

Probabilmente Singapore sarà la vostra prima tappa di un viaggio in Sud Est Asiatico e quindi arriverete all’aeroporto internazionale di Singapore con un volo dall’Italia.

Da Kuala Lumpur o Malacca potete raggiungere Singapore anche con l’autobus che potete prenotare direttamente online sul sito 12GoAsia.

Come arrivare dall’aeroporto di Singapore al centro città

Il Changi Airport di Singapore è considerato il miglior aeroporto del mondo, collegato a tutte le principali città del mondo tramite voli regolari.

Singapore Aeroporto Cascata

Ci sono varie opzione per arrivare dall’aeroporto di Singapore al centro città. Vediamole insieme:

– La soluzione più economica per raggiungere il centro di Singapore è prendere l’autobus n 36 che porta direttamente al centro città. Il tragitto dura un’ora e il biglietto costa 2$ di Singapore (circa 1,50€).

– Allo stesso prezzo potete prendere la metropolitana MRT che si trova ai terminal 2 e 3 dell’aeroporto. Se arrivate al terminal 1 dovete spostarvi con lo Skytrain fino al Terminal 3.
Per arrivare dall’aeroporto al centro di Singapore con la metro, bisogna fare un cambio. Potete prendere il treno per la stazione ferroviaria di Tanah Merah, e poi trasferirvi sulla East West Line verso Tuas Link, oppure prendere il treno fino alla stazione Expo e spostarvi sulla Downtown Line in direzione Bukit Pajang.

– Considerando i prezzi non molto elevati, la soluzione più comoda per arrivare dall’aeroporto di Singapore al centro città, o meglio ancora direttamente al tuo hotel, è Grab. Grab è un’app tipo Uber usata tantissimo in Asia e con prezzi molto abbordabili. Noi per raggiungere il nostro hotel abbiamo pagato 21$ di Singapore (14€) e il tragitto è durato circa 25 min.

Come muoversi a Singapore

Singapore ha un ottimo sistema di trasporti pubblici che rende gli spostamenti in città molto facili e veloci. Non c’è neanche bisogno di fare di un abbonamento specifico perché si può pagare direttamente con contactless.

Quanti giorni trascorrere a Singapore

Nel decidere quanti giorni trascorrere a Singapore tenete bene in mente che è una delle città più care al mondo. Secondo noi, 3 giorni a Singapore sono il lasso di tempo ideale per conoscere la città.

Ovviamente se avete intenzione di visitare anche i dintorni, come Sentosa Island o gli Universal Studios, vi conviene trascorrerci qualche giorno in più. In questa guida vi inseriremo anche le gite giornaliere più belle che potete fare da Singapore qualora siate interessati.

Singapore vista Marina Bay

Dove alloggiare a Singapore

Singapore non è una città molto grande, per questo motivo non importa dove alloggerete perché sarete in grado di raggiungere in breve tempo la maggior parte delle attrazioni della città. Comunque, in qualsiasi zona decidere di alloggiare, i prezzi delle strutture sono notevolmente più alti rispetto a quelli del resto del Sud Est Asiatico.

Durante il nostro soggiorno abbiamo alloggiato al Dorsett Hotel Singapore, un bellissimo boutique hotel a pochi passi dal quartiere di Chinatown, in assoluto il nostro preferito. A parte la posizione fenomenale in un quartiere così vivace, l’hotel è davvero molto bello con camere moderne e pulite e offre pacchetti molto interessanti.

Singapore Dorsett Hotel e Foodcation

Noi abbiamo provato il pacchetto “Foodcation” che include check out di pomeriggio e dei buoni dal valore totale di 60$ di Singapore da spendere in alcuni bar e ristoranti associati. Inoltre la domenica mattina l’hotel offre ai suoi ospiti la possibilità di partecipare ad un food tour gratuito della Chinatown. Il tour dura circa 3 ore e si mangia davvero tantissimo!

Cosa vedere a Singapore in 3 giorni: itinerario dettagliato

Giorno 1 – Little India, Kampong Glam, Crociera al tramonto

Little India

Little India è uno dei quartieri più belli della città, importante centro della comunità indiana di Singapore. Dagli edifici colorati ai bellissimi templi, dai negozi affollati alle strette stradine ricche di murales, tutto in questo posto sembra teletrasportarci in India. È davvero strano vedere un posto così frenetico e disordinato in una città così “ordinata” come Singapore.

Little India ha rappresentato una parte centrale della storia della città sin dagli inizi del suo passato coloniale. Da allora il quartiere è cresciuto fino a diventare uno dei quartieri più vivaci di Singapore e un punto d’appoggio per la comunità indiana qui presente.

Per iniziare ad esplorare Little India non si può che partire da Serangoon Road, la strada principale di questo quartiere!

Singapore quartiere di Little India

Sri Vadapathira Kaliamman Temple

Il Sri Vadapathira Kaliamman Temple è un tempio indù dedicato alle divinità femminili di Vadapathira e Kaliamman. Si racconta che il tempio debba la sua esistenza ad un’unica donna che pose una foto di Amman sotto un albero di banyan situato vicino all’attuale tempio.

Quest’albero si trovava in un incrocio dove passavamo molte persone grazie alla presenza di pozzi d’acqua. Alcune di queste, notata l’immagine di Amman, presero l’abitudine di pregare anch’essi quando si trovavano a passare, così che nel 1935 il Sig Rengasamy Mooriyar decise di creare un vero e proprio tempio.

Singapore Sri Vadapathira Kaliamman Temple

Leong San See Temple

In una stradina di fianco il Sri Vadapathira Kaliamman Temple si trova un piccolo tempio buddista, il Leong San See Temple, tradotto letteralmente in “Tempio della Montagna del Drago”. Costruito nel 1926, questo santuario è dedicato a Guan Yin o Bodhisattva Avalokitesvara, la dea taoista della misericordia.

Sakya Muni Buddha Gaya Temple

Nel quartiere di Little India di Singapore c’è un altro monastero buddista molto bello, il Sakya Muni Buddha Gaya Temple. Costruito nel 1972 da un monaco tailandese, è conosciuto per ospitare una delle statue di Buddha più alte del Sud Est Asiatico.

Il tempio di Sakya Muni Buddha Gaya viene chiamato spesso il “Tempio delle Mille Luci” a causa delle numerose lampadine che circondano la grande statua. All’interno si possono trovare anche affreschi che raffigurano la vita del Buddha e una copia dell’impronta del Buddha realizzata in madreperla ed ebano.

Sri Srinivasa Perumal Temple

È il momento di ritornare su Serangoon Road per andare a visitare il Sri Srinivasa Perumal Temple, uno dei templi indù più antichi del paese. Costruito nel 1855 e dichiarato monumento nazionale nel 1973, il tempio di Sri Srinivasa Perumal Temple è famoso soprattutto per il suo Gopuram colorato (la torre d’ingresso) alto 20 metri.

Angullia Mosque

Proseguendo lungo Serangoon Road si trova l’Angullia Mosque, una delle moschee più antiche di Singapore e punto di riferimento per la comunità musulmana di Little India. Con il Tempio Sri Srinivasa Perumal da un lato e il Tempio Sri Veeramakaliamman dall’altro, la moschea è una testimonianza della pacifica convivenza di diversità religiose in questo piccolo quartiere di Singapore.

Singapore Angullia Mosque nel quartiere di Little India

Sri Veeramakaliamman Temple

Il Sri Veeramakaliamman Temple è uno dei templi indù più antichi di Singapore, dedicato a Kali, la dea “distruttrice del male”. Fu costruito dai primi immigrati e coloni indiani nella Singapore del XIX secolo ed era conosciuto con il nome di Soonambu Kambam Kovil, che significa “tempio nel villaggio della calce“, un riferimento ai numerosi forni da calce presenti nella zona a quel tempo. Nonostante i raid aerei della seconda guerra mondiale, il tempio è rimasto illeso e da allora è stato ristrutturato più volte.

La scelta di Sri Veeramakaliamman come divinità principale del tempio è significativa. Definita una dea potente e distruttrice del male, la sua presenza rispondeva ad un bisogno importante dei primi migranti: il bisogno di sentirsi al sicuro in una nuova terra.

Singapore Sri Veeramakaliamman Temple nel quartiere di Little India

Tan Teng Niah

Probabilmente la casa più famosa di Singapore, Tan Teng Niah è stata costruita nel 1900 da un uomo d’affari locale di nome Tan Teng Niah, da cui la casa ha preso il nome. All’epoca, il quartiere era una zona industriale dove molti uomini d’affare di etnia cinese vivevano in ville simili.

In seguito alla crescita economica e ai cambiamenti avvenuti nel corso del XX secolo a Singapore, il quartiere si è evoluto in quella che oggi è conosciuta come Little India. La maggior parte delle vecchie case furono rase al suolo per far posto a edifici commerciali e case più moderne. Tuttavia, la casa Tan Teng Niah è l’unica sopravvissuta e durante gli anni ’80 è stata sottoposta ad un completo restauro che l’ha trasformata in quella che è oggi.

Sebbene il contesto storico della casa sia interessante, il motivo della sua popolarità è la sua facciata super colorata!

Singapore Tan Teng Niah nel quartiere di Little India

Tekka Centre

Il Tekka Centre è un grande mercato al coperto e punto di riferimento gastronomico a Little India. Oltre ad ospitare il più grande wet market di Singapore, nell’edificio si possono comprare anche tantissimi altri prodotti e degustare alcuni dei cibi più deliziosi della cucina indiana.

Street Art di Little India

Little India è uno dei luoghi più colorati di Singapore come si può vedere dai numerosi murales che si trovano sparsi per il quartiere. Dipinti dalla gente del posto, questi murales raffigurano di tutto, dalla vita quotidiana agli eventi storici.

Singapore Street Art di Little India

Indian Heritage Centre

Se siete interessati alla storia, dovete assolutamente fare un salto all’Indian Heritage Centre. Questo è un centro culturale e un museo che mette in mostra la cultura, il patrimonio e la storia della comunità indiana di Singapore.

Il museo ospita mostre temporanee e cinque mostre permanenti che in ordine cronologico coprono la storia della cultura indiana dal I secolo al XXI secolo.

Moschea Abdul Gafoor

La Moschea Abdul Gafoor è una delle moschee più importanti di Singapore, considerata monumento nazionale protetto. La moschea prende il nome dal suo fondatore, Shaik Abdul Gafoor, che sentì il bisogno di sostituire la fatiscente moschea Al Abrar che un tempo sorgeva nello stesso luogo. La moschea serviva principalmente come luogo di culto per i migranti musulmani indiani che si stabilirono nelle vicinanze.

Kampong Glam

Considerato uno dei quartieri più antichi di Singapore, Kampong Glam è un luogo dove tradizioni secolari e stile di vita alla moda si uniscono in una miscela inebriante.

Questo distretto ha una storia che risale all’era coloniale di Singapore, quando Sir Stamford Raffles assegnò l’area alle comunità malesi e arabe.  Oggi, queste influenze si sono fuse con un afflusso di negozi e caffè alla moda, trasformando l’area, composta da diverse strade interconnesse, in un ritrovo alla moda dove puoi fare di tutto.

Le strade più belle e caratteristiche di questo quartiere sono: Arab St, Bussorah St, Muscat St e Haji Lane.

Singapore quartiere arabo Kampong Glam

Moschea del Sultano

Conosciuta anche come Masjid Sultan, la Moschea del Sultano prende il nome dal sultano Hussein Shah. Fu costruita per la prima volta nel 1824, ma la struttura originale fu demolita circa un secolo dopo per far posto all’edificio attuale, che fu completato nel 1932.

La moschea riveste un grande significato per la comunità musulmana ed è considerata la moschea nazionale di Singapore. È stata anche designata monumento nazionale nel 1975.

Singapore quartiere arabo Kampong Glam Moschea del Sultano

Haji Ln

Tra le cose più belle da fare a Singapore non può mancare una passeggiata nel vicolo di Haji Lane nel quartiere arabo di Kampong Glam.

Forse la strada più stretta di Singapore, questo vicolo è pieno di botteghe costruite nel XIX secolo che ora ospitano piccoli caffè pittoreschi, bar alla moda, negozi di tendenza e boutique indipendenti con pareti ricche di graffiti.

Clarke Quay

Clarke Quay è in assoluto una delle zone più belle di Singapore. Chiamata così in onore del governatore del XIX secolo Sir Andrew Clarke, questo quartiere che affaccia direttamente sul fiume è probabilmente una delle zone più vivaci della città, ricca di boutique, bar e ristoranti.

Singapore Clarke Quay

La dinamica e vibrante Clarke Quay che conosciamo oggi non è sempre stata così. Nel 1819, quando Singapore era sotto il dominio coloniale britannico, questa zona era un centro di grandi scambi marittimi tra Europa e Asia perché qui, grazie alla presenza del fiume, potevano attraccare le navi europee per i commerci. Nel XX secolo, la quantità di scambi commerciali aveva causato enormi danni al fiume e, fu allora che il governo vietò il commercio sul lungofiume. Il quartiere di Clarke Quay venne poi riqualificato fino a diventare una delle zone turistiche più popolari di Singapore.

Da qui partono la maggior parte delle crociere sul fiume. Vi consigliamo di farla al tramonto perché è l’orario migliore per ammirare la città.

Giorno 2 – Colonial District, Lau Pa Sat, Marina Bay

Colonial District

Situato a nord del fiume, il Colonial District viene spesso definito il cuore di Singapore. Questo quartiere è pieno di edifici vecchi e nuovi che conservano la storia e lo stile della vecchia Singapore pur aggiungendo dei tocchi moderni. Infatti, l’intera zona è un mix tra gli edifici che ricordano il passato dominio britannico e gli eleganti grattacieli del quartiere finanziario.

Nel Colonial District sono concentrati la maggior parte delle attrazioni culturali di Singapore come la National Gallery, il Peranakan Museum, il Museo Nazionale e l’Asian Civilisations Museum. Ma è anche la sede del City Hall, del Raffles Hotel, del Victoria Theatre, della Corte Suprema, della St Andrew’s Cathedral, del Civilian War Memorial, l’Old Hill Street Police Station e tanti altri edifici importanti.

Raffles Hotel

Situato nel Colonial District, il Raffles Hotel è l’hotel più famoso e iconico di Singapore, considerato uno degli ultimi maestosi hotel del XIX secolo. Qui hanno soggiornato tantissimi ospiti illustri tra cui Charlie Chaplin, la Regina Elisabetta II, George Bush, il Duca di Cambridge e Michael Jackson.

Il Raffles Hotel ospita alcuni ristoranti e bar conosciuti in tutto il mondo, tra cui la Tiffin Room e il Long Bar Questo era il posto preferito di molte celebrità, tra cui Somerset Maugham, famoso romanziere e drammaturgo inglese. Inoltre, è proprio in questo bar che il barista Ngiam Tong Boon ha inventato il cocktail nazionale, il Singapore Sling.

Singapore Raffles Hotel

Civilian War Memorial

Il Civilian War Memorial è un monumento dedicato ai civili che persero la vita durante la Seconda Guerra Mondiale. Situato all’interno del War Memorial Park, questo memoriale ha rappresentato per Singapore un simbolo di speranza nel dopoguerra.

Il monumento è stato costruito su una camera sepolcrale che racchiude 606 urne contenenti i resti riesumati delle migliaia di civili uccisi a Singapore durante la Seconda Guerra Mondiale. Dichiarato monumento nazionale nel 2013, è composto da quattro pilastri bianchi identici alti 70 metri, a significare il dolore condiviso e l’unità dei quattro principali gruppi etnici del paese: cinesi, indiani, eurasiatici e malesi.

St Andrew’s Cathedral

La St Andrew’s Cathedral è la cattedrale anglicana più grande e antica di Singapore. Con le sue pareti in pietra bianca, la guglia che si innalza verso il cielo, le finestre a forma di lancetta e le vetrate colorate, la cattedrale è davvero bellissima.

Le vetrate colorate sono dedicate a tre uomini che hanno avuto un ruolo significativo nella storia di Singapore: John Crawford, William Butterworth e Stamford Raffles.

Asian Civilisations Museum

Classificato come uno dei migliori musei di tutta l’Asia, l’Asian Civilizations Museum espone manufatti e cimeli raffiguranti le culture e le civiltà dell’Asia. Insieme al Museo Nazionale, al Museo d’Arte e al Museo Peranakan, il museo fa parte dei “quattro importanti musei di Singapore”, ognuno dei quali riveste una grande importanza nazionale e mondiale.

Singapore Colonial District

Cavenagh Bridge

Completato nel 1869 e costruito per celebrare i 50 anni della fondazione di Singapore da parte di Raffles nel 1819, il Cavenagh Bridge è uno dei ponti più antichi della città e uno dei primi ponti sospesi di tutto il Sud Est Asiatico.

Precedentemente noto come Ponte di Edimburgo, il nome del ponte fu successivamente cambiato in Cavenagh Bridge. In origine, questo era utilizzato da carri trainati da buoi e altri veicoli per attraversare il fiume, ma il traffico intenso alla fine costrinse le autorità a bloccare tutti i veicoli e a convertirlo in un ponte pedonale.

Boat Quay

Come Clark Quay, anche Boat Quay è un quartiere a ridosso del fiume di Singapore. Sebbene in passato questa era un’area commerciale dedicata ai commerci marittimi, adesso il lungofiume è interamente pedonale e ricco di bar e ristoranti.

Ps: è il posto perfetto per un happy hour!

Lau Pa Sat

Se vi trovate in zona per pranzo, non potete non venire a mangiare qui! Lau Pa Sat è un grande food market dove potete trovare qualsiasi tipo di cibo a prezzi davvero economici. Riconosciuto come monumento nazionale nel 1973, questo mercato è un punto di riferimento sia per i turisti che per la gente del posto.

Singapore Mercato Lau Pa Sat

Merlion Park

Uno dei parchi più belli e iconici di Singapore è Merlion Park, chiamato così perché ospita due statue del Merlion. Il Merlion è una figura mitologia con la testa da leone e il corpo da pesce ed è considerata un simbolo della città. Il corpo da pesce sta a simboleggiare le origini di Singapore come villaggio di pescatori, mentre la testa da leone rappresenta il nome originale della città, “Singapura” (città dei leoni in sanscrito). Secondo la leggenda, infatti, quando il principe Sang Nila Utama sbarcò per la prima volta a Singapore scorse una strana creatura simile ad un leone e decise di chiamare la città “Singapura”.

Nel parco si possono trovare due statue del Merlion, una più grande alta quasi 9 metri vicino al fiume, e una più piccola alle sue spalle.

Singapore Merlion Park

Marina Promenade

Tra le cose più belle da fare a Singapore non possiamo non inserire una passeggiata lungo Marina Promenade, probabilmente la zona più panoramica della città. Quest’area compre 3,5 km di lungofiume da Merlion Park a Kallung Riverside Park passando per le principali attrazioni di Marina Bay.

Singapore Flyer

Lungo Marina Promenade si trova la Singapore Flyer che con i suoi 165 metri di altezza è la più grande ruota panoramica di tutta l’Asia. Da questa potrete avere una magnifica vista a 360° della città, e al tramonto l’esperienza sarà ancora più magica!

Helix Bridge

L’Helix Bridge è uno dei monumenti più suggestivi di Singapore, ispirato alla struttura del DNA umano. Inaugurato nel 2010, è un ponte esclusivamente pedonale che collega Marina Centro con Marina Sud. Lungo il ponte si trovano quattro piattaforme panoramiche, che offrono fantastiche viste dello skyline della città e di Marina Bay.

Marina Bay Sands

Il Marina Bay Sands è non solo l’hotel più famoso di Singapore, ma anche uno dei più iconici a livello mondiale. Infatti, quasi tutti sarebbero in grado di riconoscere la sua struttura a tre torri. Ma il punto forte dell’hotel è la sua piscina a sfioro panoramica, una delle più alte del mondo e così esclusiva che solo gli ospiti possono usufruirne!

Anche se la piscina non è accessibile ad un pubblico esterno, sullo stesso piano è possibile accedere al Sands SkyPark Observation Deck, una piattaforma panoramica che offre una fantastica vista sulla città.

Singapore vista Marina Bay

Spectra – A Light & Water Show

Una delle attrazioni imperdibili di sera a Singapore è il Spectra – A Light & Water Show, lo spettacolo di luci e acqua che si tiene di fronte al Marina Bay Sands. Dura 15 minuti ed è davvero incredibile!

Di solito gli spettacoli si tengono dalla domenica al giovedì alle 20 e alle 21, mentre il venerdì e il sabato alle 20, alle 21 e alle 22. Ricordate di controllarli comunque per sicurezza sul sito ufficiale!

Singapore Spectra - A Light & Water Show

Giorno 3 – Chinatown, Gardens by the Bay

Chinatown

Il quartiere di Singapore che abbiamo amato di più è quello di Chinatown, in assoluto il quartiere più vivace della città. Gli amanti della cultura che desiderano immergersi nella ricca cultura multietnica di Singapore non troveranno un posto migliore di Chinatown. Questa è l’unica Chinatown al mondo a vantare un tempio buddista, una moschea e un tempio indù lungo un’unica strada!

A parte le principali attrazione che troverete di seguito, non dimenticate di perdervi un po’ tra i vicoli di questa bellissima Chinatown, passeggiare per Smith St, Pagoda St e Temple St, e divertitevi a scoprire tutte le più belle opere di street art.

Singapore Chinatown

Chinatown Heritage Centre

Visitare il Chinatown Heritage Centre è come fare un salto nel passato con la macchina del tempo. Distribuito in sei gallerie, questo centro è stato ricavato da un gruppo di botteghe restaurante e ospita una vasta collezione di fotografie e accessori risalenti al 1819, che raffigurano la vita quotidiana dei primi immigrati cinesi che rischiarono la vita per arrivare in una nuova città in cerca di una vita migliore.

Buddha Tooth Relic Temple

Situato nello storico quartiere Chinatown di Singapore, il Buddha Tooth Relic Temple è uno dei templi buddisti cinesi più belli di tutta l’Asia.

Il tempio a cinque piani è famoso in tutto il mondo per conservare quello che si suppone sia il dente canino sinistro del Buddha, recuperato dalla sua pira funeraria a Kushinagar, in India.

Singapore Buddha Tooth Relic Temple nel quartiere di Chinatown

Chinatown Complex

Il Chinatown Complex è stato costruito nel 1981 come parte del rinnovamento urbano di Chinatown. In particolare, ha rappresentato una parte cruciale negli sforzi nel governo per fornire una soluzione alla presenza di migliaia di venditori ambulanti che commerciavano illegalmente per le strade di Chinatown.

Oggi il Chinatown Complex è uno dei mercati al coperto più grandi di Singapore. Al piano terra potete trovare abbigliamento e accessori di tutti i tipi, al piano interrato si trova il wet market dove si vendono beni deperibili come carne fresca, pesce o frutta, e al secondo piano si trova il food market.

Jamae Mosque

La Jamae Mosque è una delle moschee più antiche di Singapore, punto di riferimento iconico a Chinatown, distinguendosi con la sua caratteristica architettura indo-islamica tra gli edifici orientali.

Dichiarata monumento nazionale nel 1974, questa è la prima moschea costruita dalla comunità musulmana Chulia di migranti dell’India meridionale ed è frequentata da turisti e gente del posto, appassionati di storia e di architettura.

Maxwell Food Centre

Situato nel centro di Chinatown, il Maxwell Food Centre è uno dei migliori food market di Singapore. Rivolto a tutti gli amanti del food street, è il posto ideale dove assaporare l’autentico cibo di strada di Singapore.

Singapore Maxwell Food Centre nel quartiere di Chinatown

Gardens by the Bay

Situati nel centro di Singapore, i Gardens by the Bay sono i giardini botanici del futuro, conosciuti in tutto il mondo per i Supertrees di prossima generazione, le cupole spaziali high-tech e le numerose sculture stravaganti.

Sede di quasi 400.000 piante, Gardens by the Bay è famoso per la sua maestosa architettura contemporanea e l’ipnotico Garden Rhapsody, lo spettacolo di luci e suoni più iconico di Singapore.

Singapore Gardens by the Bay di sera

Cloud Forest

Il Cloud Forest, ospitato nei Gardens by the Bay, è una struttura simile ad una serra che ricrea il clima montano tropicale che si trova tra i 1500 e i 3000 metri d’altezza. L’attrazione principale di questa serra è una montagna alta 35 metri con la cascata interna più alta del mondo.

Una visita qui vi farà sentire come se aveste lasciato la terra e foste entrati nel mondo di Avatar. Potrete esplorare questo fantastico mondo attraverso 9 diversi livelli: Lost World, Cloud Walk, The Cavern, Waterfall View, Crystal Mountain, Tree Top Walk, Secret Garden, Cloud Forest Gallery e Cloud Forest Theatre.

Singapore Cloud Forest nei Gardens by the Bay

Flower Dome

Oltre alla Could Forest, la seconda attrazione più bella dei Gardens by the Bay è la Flower Dome, la più grande serra di vetro del mondo.

La caratteristica distintiva di questa serra è che non è solo un fantastico edificio architettonico, ma è costruita per ridurre l’effetto serra e l’impronta ambientale. I livelli di temperatura e umidità all’interno sono stati regolati per replicare le condizioni climatiche fresco-secche del Mediterraneo e diversi climi tropicali aridi come quelli dell’Australia, del Sud America e del Sud Africa.

Il Flower Dome comprende un totale di otto giardini: l’oliveto, il giardino californiano, il giardino mediterraneo, il giardino sudamericano, il giardino sudafricano, il giardino australiano, i baobab e il giardino delle piante grasse. Con la sua collezione esotica di piante e fiori, è una delle attrazioni imperdibili di Singapore!

Singapore Flower Dome nei Gardens by the Bay

OCBC Skyway

L’OCBC Skyway è un percorso sopraelevato con vista panoramica sullo skyline di Singapore. Situato nei famosi Gardens by the Bay, questa passerella aerea lunga 128 metri collega sei Supertrees al Supertree Grove.

Grazie alla sua altezza di 22 metri offre una vista spettacolare non solo sui Gardens by the Bay, ma anche sul Marina Bay Sands e sulla Singapore Flyer. Di notte il percorso si illumina e diventa ancora più bello!

Singapore OCBC Skyway nei Gardens by the Bay per vista dall'alto

Garden Rhapsody

Ogni sera, il Supertree Grove dei Gardens by the Bay diventa il protagonista di un fantastico spettacolo di luci e suoni: il Garden Rhapsody. Questo spettacolo è in assoluto una delle cose più belle da vedere a Singapore!

Gite giornaliere da Singapore

Se avete a disposizione qualche giorno in più per visitare Singapore, potete raggiungere con una gita giornaliera alcune delle mete più lontane. Vi elenchiamo di seguito quelle che secondo noi sono le migliori:

Sentosa Island: una piccola isola resort al largo della costa meridionale di Singapore che ospita attrazioni a tema, spiagge soleggiate, foreste pluviali e alcuni famosi hotel;

Universal Studios Singapore: un fantastico parco a tema situato nel Resorts World Sentosa;

Giardini botanici di Singapore: non molto distante dal centro città, è l’unico giardino tropicale ad essere stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO;

Haw Par Villa: un parco a tema della cultura asiatica e la più grande galleria d’arte all’aperto di Singapore.

Dove andare dopo Singapore?

Probabilmente Singapore sarà la vostra prima tappa di un viaggio in Sud Est Asiatico. Le migliori destinazioni dove andare dopo Singapore sono Malacca o Kuala Lumpur in Malesia (raggiungibili anche con autobus), o Indonesia e Bali.

Singapore Gardens By The Bay Night

Vuoi restare aggiornato sulle migliori offerte per viaggi low cost?

Il segreto per risparmiare è il tempismo e grazie ai nostri canali di comunicazione viaggiare a prezzi da poracci non è mai stato più semplice. Scarica la nostra App Android o App iOS! Grazie all’App potrai ricevere notifiche push in tempo reale direttamente sul tuo smartphone (no spam) e accedere velocemente al sito ogni qual volta pubblichiamo una nuova offerta poraccia!

In alternativa puoi restare costantemente aggiornato via Telegram o WhatsApp entrando nei nostri Canali Ufficiali Telegram e WhatsApp (non solo offerte, ma anche news e anteprime); seguendo le nostre Pagine Facebook e Instagram; entrando nel nostro Gruppo Facebook Ufficiale; oppure iscrivendoti alla nostra Newsletter (modulo di iscrizione in fondo al sito).

Scritto da ALESSIA CILVANI

Su Instagram sono @wanderlustabout, classe ’94. Amante della fotografia, le mie più grandi passioni sono i viaggi, i libri e la pizza…non necessariamente in quest’ordine. Adoro la pianificazione di un viaggio quasi quanto il viaggio stesso.

Potrebbero interessarti anche:

Poracci In Viaggio | Offerte Viaggi Low Cost