Poracci In Viaggio

CORONAVIRUS - INFO PER VIAGGIATORI: Fonti ufficiali, risorse utili, stato frontiere e rimborsi per treni, voli, hotel e prenotazioni

Coronavirus, info per viaggiatori. Ecco tutto quello che c'è da sapere su fonti attendibili, risorse utili, stato delle frontiere e modalità di rimborso per treni, voli, hotel e prenotazioni.


Nelle ultime 48 ore siete stati davvero in migliaia a scriverci via chat o via mail in cerca di risposte e informazioni circa la recente situazione del nuovo coronavirus. Non ci eravamo ancora espressi sull'argomento perché, nel caso non si fosse notato, l'Italia intera sta soffrendo di un grave caso di psicosi collettiva. La colpa è da attribuirsi sia ad alcune testate giornalistiche che hanno pubblicato negli ultimi giorni prime pagine con titoloni apocalittici click-bait totalmente fuorvianti che a numerose fake news immesse in rete e che stanno ovviamente girando cavalcando la viralità della situazione.

Personalmente riteniamo che in una situazione di questo tipo sia estremamente importante diffondere solo ed esclusivamente le informazioni ufficiali che vengono costantemente comunicate dalle Istituzioni e dagli Organi di Competenza. Bisogna combattere la disinformazione ed evitare di diffondere futili allarmismi. Il rischio è che migliaia di persone inizino a svuotare i supermercati di tutto il Nord Italia senza il minimo senso logico... oppure che il costo dell'Amuchina salga a 200€ a flaconcino... questo non va affatto bene!


Fatta questa piccola ma doverosa premessa, quello che ci piacerebbe fare con questo articolo è mettere insieme tutte le informazioni ufficiali che potrebbero, e siamo sicuri che lo faranno, tornare utili a tutti i nostri viaggiatori (cioè voi). Nelle ultime ore siamo letteralmente sommersi da domande di ogni tipo, dal discorso delle possibili chiusure delle frontiere in Europa ai rimborsi di treni, voli e hotel, dal come viaggiare in sicurezza nel mondo a come sopravvivere alla fine della nostra società (😅). Bisogna innanzitutto capire che questa situazione è una novità che si è generata in appena due o tre giorni e che non tutte le domande che potrebbero venire in mente hanno già una risposta certa.

E' tutto in continua evoluzione e quello che si dovrebbe fare in queste ore, sia nel caso si abbiano viaggi imminenti già prenotati, sia nel caso si sia in cerca di nuovi viaggi da prenotare, sia nel caso non si debba partire, dovrebbe essere monitorare la situazione, tenersi correttamente aggiornati e informati e capire col passare dei giorni come procedere e comportarsi per ogni situazione. Detto questo, iniziamo con l'articolo. Lo scopo è quello di riunire in questa pagina tutte le info circa i canali ufficiali da consultare per reperire informazioni attendibili e utili ai viaggiatori e le eventuali modalità di rimborso di treni, voli, hotel e prenotazioni in generale.

Coronavirus: cos'è il COVID-19 e quali sono i canali ufficiali da seguire per informazioni attendibili utili ai viaggiatori

Non siamo medici o virologi, per questo motivo non entreremo troppo nei dettagli scientifici della questione, ma vi forniremo tutti gli strumenti per capire la situazione. Il nuovo coronavirus, conosciuto con il nome di COVID-19, è un nuovo tipo di virus della famiglia dei coronavirus scoperto in Cina verso Dicembre 2019. Non è una semplice influenza, come invece molti stanno continuando a ripetere, ma è un tipo di coronavirus che si trasmette come l'influenza e che presenta gli stessi sintomi dell'influenza comune nella stragrande maggioranza dei casi.

Febbre, tosse, dolori articolari, stanchezza o anche semplice raffreddore.

Stando agli ultimi aggiornamenti, l'80% delle persone che contrae il nuovo coronavirus lo vive come se fosse una semplicissima influenza stagionale e guarisce senza alcun tipo di problema. Il 20% restante invece si divide in un 15% che incorre in problemi respiratori più gravi (come la polmonite, queste persone vengono tenute sotto osservazione per sicurezza) e in un 5% che si aggrava fino a necessitare di un ricovero ospedaliero urgente. Il tasso di mortalità al di fuori della Cina è inferiore allo 0,9% e sono a rischio per lo più persone anziane e/o con gravi problemi di salute pregressi.

I Canali Ufficiali da dover consultare per reperire informazioni attendibili e veritiere senza incorrere in "voci da corridoio" sono:

- il sito del Ministero della Salute e delle singole Regioni, dove è possibile trovare informazioni circa il numero di contagi, i comportamenti igienici da attuare per prevenire l'infezione e il numero di pubblica utilità da chiamare per chiedere informazioni (1500)

- il sito o l'app della Farnesina, dove è possibile trovare informazioni dedicate esclusivamente ai viaggiatori, come ad esempio gli avvisi pubblicati dagli altri Paesi circa le modalità di ingresso dei viaggiatori italiani o le restrizioni alle frontiere

- le dirette di canali di informazione attendibili come Sky TG24, dove si sta facendo davvero un lavorone per tranquillizzare la popolazione, chiarire qualsiasi dubbio e fornire informazioni ufficiali e comunicati stampa istituzionali in tempo reale

- i canali social di eventuali Compagnie Aeree (anche se non si prevedono variazioni del traffico aereo al momento, quindi keep calm) o di Istituzioni come i Consolati Italiani negli altri Paesi (ecco un esempio di un post pubblicato oggi dal Consolato Italiano a Londra)

Restrizioni alle frontiere: potrebbero chiudere le frontiere e cancellare voli e viaggi già prenotati ? E' improbabile

Prima di tutto, è importante dover accettare con maturità e intelligenza il fatto che nulla è realmente certo al momento. Come vi abbiamo già anticipato a inizio articolo, la situazione è in continua evoluzione... anche se sembra che la velocità di crescita del numero dei contagiati italiani stia progressivamente rallentando. Detto questo, cosa ci dice il nostro buonsenso ?

E' ovvio che potrebbe realmente accadere che gli Stati dell'Unione Europea (e non solo) decidano di chiudere le frontiere a tutti i viaggiatori italiani, annullando voli e viaggi senza troppo preavviso. Dopo tutto è esattamente quello che ha fatto l'Italia qualche settimana fa con Cina e Giappone. MA (un MA enorme) è davvero difficile che accada! Ogni giorno l'Unione Europea sta ribadendo che non c'è alcun interesse nel voler chiudere le frontiere all'Italia. E' chiaro che dipenderà tutto da come evolverà la situazione nei prossimi giorni, ma quasi nessuno Stato ha chiuso le frontiere con la Cina, quindi è difficile che lo facciano con noi.

Ogni viaggiatore può verificare gli avvisi e le restrizioni comunicate da ogni singolo Paese del mondo in tempo reale tramite la pagina "Aggiornamenti" del sito o dell'app ufficiale della Farnesina. Il sito della Farnesina (Ministero degli Esteri) è l'unico posto al mondo dove è possibile trovare le informazioni ufficiali circa avvisi e restrizioni ai viaggiatori. La Farnesina è consultabile sia tramite sito web che tramite l'app "Unità di Crisi" disponibile sia per Android che per iOS.

Da quel che abbiamo visto, quello che stanno iniziando a fare alcuni Paesi è semplicemente intensificare i controlli all'arrivo in aeroporto ed applicare delle restrizioni (come periodi di quarantena o di accertamenti approfonditi) a tutti i viaggiatori italiani provenienti dai comuni delle così dette zone rosse o provenienti dal Nord Italia presentando sintomi che potrebbero essere riconducibili al nuovo coronavirus. Tutto qui. Non si parla di bloccare l'accesso nel Paese (ad eccezione di Seychelles, Giordania, El Salvador e Isole Samoa), ma si parla semplicemente di Misure di prevenzione/contenimento e Controlli all'ingresso.

Rimborsi causa Coronavirus per treni, voli, hotel e prenotazioni: come richiederli

Nelle ultime ore una delle domande che ci vengono fatte più spesso è: "Ho un viaggio prenotato per le prossime settimane, cosa devo fare, devo partire?". In tutta onestà, se avessimo un viaggio in programma per i prossimi giorni noi partiremmo senza farci troppi problemi. Il Ministero della Salute ha affermato con assoluta serenità che non c'è pericolo nel viaggiare in Italia e in Europa, a patto di evitare ovviamente le zone a rischio e rispettare le normative igieniche. Ma avere paura è un diritto inattaccabile e nessuno può permettersi di criticare chi in queste ore sta decidendo di rinunciare al proprio viaggio a causa dell'emergenza virale che il nostro Paese sta affrontando.

E' una cosa che bisogna accettare. E lo diciamo a malincuore, consapevoli del fatto che quelli che dovremo affrontare nelle prossime settimane in qualità di professionisti del settore turistico, che hanno fatto di questa passione il loro lavoro e lo scopo della propria vita, saranno giorni difficili. Ciò nonostante, il nostro lavoro è sempre stato anche quello di aiutarvi e indirizzarvi nelle situazioni più critiche. E' una cosa che abbiamo sempre fatto con amore e orgoglio, consapevoli del fatto di essere un punto di riferimento per centinaia di migliaia di viaggiatori. Vediamo quindi in modo chiaro e dettagliato come si fa a richiedere un rimborso per treni, voli, hotel e prenotazioni a causa del nuovo coronavirus.

Rimborsi per treni Trenitalia

A causa della situazione di emergenza in Nord Italia dovuta al nuovo coronavirus, Trenitalia ha pubblicato un comunicato stampa tramite il quale informa tutti i viaggiatori che è possibile richiedere il rimborso integrale di tutti i titoli di viaggio acquistati fino al 23 Febbraio 2020 indipendentemente dalla tariffa acquistata e dalla data di partenza. In particolare, è possibile chiedere il rimborso sia per i biglietti Frecce, Intercity e Intercity Notte che per i Treni Regionali. La richiesta per il rimborso dovrà essere inviata entro e non oltre il 1 Marzo 2020 tramite il web form linkato in questa pagina.

Rimborsi per treni Italo

A differenza di Trenitalia, che ha offerto la possibilità di richiedere il rimborso per qualsiasi titolo di viaggio, Italo ha annunciato che offre la possibilità di richiedere il rimborso solo a coloro che hanno acquistato dei biglietti entro il 2 Marzo 2020 validi per viaggiare fino all'8 Marzo 2020 lungo le tratte da/per le zone impattate del Nord Italia (Lombardia, Veneto e Emilia Romagna).

Per richiedere il rimborso è necessario seguire le indicazioni riportate in questa pagina. La richiesta di rimborso dev'essere effettuata chiamando il canale di contatto 060708. Nel caso dovessero esserci delle modifiche della direttiva, provvederemo ad aggiornare questo articolo. Alcuni utenti ci hanno informato del fatto che il rimborso offerto da Italo copre circa il 60% della tariffa spesa per l'acquisto dei biglietti e non il 100% del loro valore.

Rimborsi per voli, hotel, pacchetti, viaggi e prenotazioni in generale

Il CODACONS (Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dei Diritti dei Consumatori) ha avviato un'iniziativa collettiva grazie alla quale sarà possibile provare ad ottenere il rimborso totale per qualsiasi volo, hotel, pacchetto, viaggio, evento o prenotazione in generale che sarà annullata a causa dell'emergenza. Secondo il CODACONS, i viaggiatori che scelgono di rinunciare a viaggi già prenotati a causa della situazione coronavirus hanno diritto al rimborso completo delle spese avvalendosi dell'art. 1463 del codice civile sulle CAUSE DI FORZA MAGGIORE. Per i dettagli dell'iniziativa vi rimandiamo al comunicato stampa del CODACONS.

Nella pratica, come si fa quindi a provare ad ottenere il rimborso completo ? E' davvero molto semplice. Tutto quello che bisogna fare è compilare il form di registrazione del CODACONS inserendo i propri dati personali e una mail. Dopo di che, si riceverà via mail un modulo PDF da dover stampare, compilare ed inviare via PEC (Posta Elettronica Certificata) alla compagnia aerea, hotel, tour operator, agenzia di viaggi, azienda turistica o società interessata per richiedere il rimborso.

Dato che siamo bravi ed efficienti, ecco a voi una lista degli indirizzi PEC delle principali compagnie aeree che hanno a che fare con l'Italia:

AIR CHINA - AIRCHINA.ROMA@PEC.IT
AIR ITALY - AIRITALY@PEC.IT o AIRITALY@PEC.AIRITALY.IT
AIR FRANCE - AFADMIN@PEC.AFKL.IT
ALITALIA - AMMINISTRAZIONESTRAORDINARIA.PEC@GRUPPO.ALITALIA.IT oppure ALITALIASAI.PEC@GRUPPO.ALITALIA.IT
AMERICAN AIRLINES - 06704950580RI@LEGALMAIL.IT
BLUE PANORAMA - ACCOUNTING@PEC.BLUEPANORAMAAIRLINES.IT
BRITISH AIRWAYS - BRITISHAIRWAYSPLC@PEC.IT
EASYJET - EASYJET@LEGALMAIL.IT
IBERIA - IBERIALAEITALIA@PEC.IT
KLM - KLMADMIN@PEC.AFKL.IT
LUFTHANSA - AMMINISTRAZIONE.LH@PEC.IT
RYANAIR - FRITALY@LEGALMAIL.IT
TAP PORTUGAL - TAP.PORTUGAL@LEGALMAIL.IT
VUELING AIRLINES - VUELINGAIRLINESITALY@LEGALMAIL.IT

NB. Secondo diversi esperti di diritto del turismo, senza entrare troppo nei meccanicismi delle leggi in vigore, i passeggeri che hanno effettivamente diritto alla riprotezione o al rimborso sono solo quelli che o si trovano nelle zone rosse soggette a quarantena (e che sono quindi impossibilitati a muoversi) o partono da regioni verso le quali sono state imposte delle restrizioni (come è successo ad esempio con la Romania, che ha vietato l'ingresso a veneti e lombardi) o ancora che hanno problemi di immunodepressione e che preferiscono quindi rinunciare al viaggio per tutelare la propria salute. Per tutti gli altri passeggeri, dato che non ci sono motivi reali per cui rinunciare al viaggio, non è previsto in generale alcun rimborso.

Speriamo che questo articolo sia stato utile a tutti coloro che si sono ritrovati un po' spaesati in questo clima di informazioni contrastanti. Vi chiediamo gentilmente di condividere l'articolo con tutti coloro che potrebbero trarne beneficio. Come vi dicevamo all'inizio, in Italia stiamo assistendo ad un grave caso di psicosi collettiva che sta danneggiando il nostro Paese sia dall'interno che all'esterno. In una situazione simile è davvero importante contrastare la disinformazione condividendo le informazioni ufficiali che ogni giorno vengono condivise dalle nostre Istituzioni.

Come ci insegna la storia, supereremo anche questa. Restiamo a completa disposizione per qualsiasi info o dubbio ❤ Stay Poracci ✈


Vuoi restare aggiornato sulle migliori notizie per viaggiatori e viaggi low cost ?

Il segreto per risparmiare è il tempismo e grazie a nostri canali viaggiare a prezzi da poracci non è mai stato più semplice. Sei un utente AndroidScarica la nostra App Ufficiale cliccando qui. Grazie all'App potrai accedere velocemente al sito e ricevere notifiche push (no spam) ogni qual volta pubblichiamo una nuova poraccissima offerta! L'App è disponibile al momento solo per utenti Android e per motivi tecnici non sappiamo quando sarà disponibile anche l'app per iOS (necessitiamo di un MAC e di studiare un po di Swift), ma ci stiamo lavorando e presto troveremo una soluzione.

poracci-in-viaggio-offerte-viaggi-low-cost-app-ufficiale

In alternativa, puoi restare costantemente aggiornato:

- via Telegram, entrando a far parte del nostro Gruppo Telegram Ufficiale e ricevendo una notifica direttamente sul tuo smartphone, con tanto di info e link al sito, ogni qual volta pubblichiamo una nuova offerta;

attivando le notifiche sulla Pagina Facebook o sulla Pagina Instagram, oppure entrando nel nostro Gruppo Facebook Ufficiale;

- iscrivendoti alla nostra Newsletter (trovi il modulo per l'iscrizione in fondo alla pagina).

Se invece sei in cerca di altro torna sulla nostra Home Page e dai un'occhiata alle ultime offerte pubblicate!


Iscriviti alla newsletter di Poracci In Viaggio: